· Home
· Archivio News
· Inviaci una news
· Le News su palmare
· Ricerca avanzata
· Segnala il sito
· Sondaggi

· Tutte le Categorie
· Best pratics
· Conciliazione
· Formazione
· Impresa
· Politica
· Salute

Hai mai navigato su Internet?

Si, navigo spesso
Raramente e solo se aiutata
mai



Risultati
Sondaggi

Voti 166




 Impresa: Al via il Programma Obiettivo per le donne

E' stato pubblicato, nella Gazzetta Ufficiale n. 160, il Programma-obiettivo 2006 predisposto dal Comitato Nazionale di Parità al fine di “promuovere la presenza femminile nei livelli, nei ruoli e nelle posizioni di responsabilità all’interno delle organizzazioni, per il consolidamento di imprese femminili e per la creazione di progetti integrati di rete".

“Nonostante le leggi nazionali e comunitarie abbiano stabilito la parità fra i sessi, le statistiche di genere continuano a mostrarci una sostanziale disparità, soprattutto nel Sud. Per superare ostacoli e discriminazioni e conseguire obiettivi di parità sostanziale, il Comitato Nazionale di Parità, la cui sede è presso il Ministero del Lavoro, ogni anno predispone un Programma – obiettivo al fine di “promuovere la presenza femminile nei livelli, nei ruoli e nelle posizioni di responsabilità all’interno delle organizzazioni, per il consolidamento di imprese femminili e per la creazione di progetti integrati di rete. Il 12 luglio 2006 è stato pubblicato, nella G.U. n. 160, il Programma-obiettivo 2006”, dichiara la consigliera di Parità della Provincia di Lecce Serenella Molendini. In particolare, il nuovo Programma indica le tipologie di progetti di azioni positive che il Comitato intende promuovere, i soggetti ammessi per le singole tipologie ed i criteri di valutazione. Per il 2006 il programma-obiettivo promuove le azioni positive che hanno l’obiettivo di: promuovere, al proprio interno, la presenza delle donne nei ruoli di vertice e decisionali; modificare, in un’ottica di parità e pari opportunità l’organizzazione del lavoro sperimentando e attuando azioni integrate di conciliazione tra tempi di vita e tempi di lavoro, superamento della discriminazione di genere, riduzione del differenziale retributivo tra donne e uomini, progressione di carriera. I progetti, che dovranno prevedere almeno due delle azioni sopraelencate, possono essere presentati da: datori di lavoro pubblici e privati ivi compresi le cooperative e i loro consorzi, i centri di formazione professionale accreditati, associazioni, le organizzazioni sindacali nazionali e territoriali. I progetti, finanziati con i fondi della Legge 125/1991, potranno essere presentati tra il 1° ottobre ed il 30 novembre 2006. L’Ufficio della Consigliera di Parità della Provincia di Lecce Serenella Molendini è disponibile a fornire informazioni a partire dal 1° settembre ( tel. 0832/683453 – consiglierediparita@provincia.le,it).



 
· Inoltre
· News da gpetrachi


Articolo più letto relativo a :
IN-FORM-AZIONE DONNA. ESPERTI NELLA GESTIONE DEL FRONT-OFFICE PER I SERVIZI SOCI


voto medio: 0
Voti: 0

Dai un giudizio sull'articolo:

Ottimo
Discretp
Buono
Soddisfacente
Pessimo




 Stampa l'articolo  Stampa l'articolo

 Invia l'articolo ad un amico  Invia l'articolo ad un amico